home | archivio | foto | video | contatti | FAQ | newsletter | widget | ivolleygram | news |
 
  10 00:00:00-11-2012

Serie B1 maschile - 5a giornata

Girone A

Diavoli Rosa- Pall Reima Crema 3-0 (25-22; 25-23; 26-24)
Diavoli: De Berardinis 1, Brovelli 13, Pischiutta 6, Priore 16, Morato 3, Barsi M. 7, Procopio (L),
Mandis, Pelliccia,  Barsi A. n.e., Vulcano, n.e.,  Sangalli  n.e., Fumagalli n.e., Pozzi  n.e. All.Durand
Pall. Reima Crema: Mazzonelli, Corti, Egeste, Bonizzoni, Binaghi, Faccioli, Verdelli (L1)
Marazzi, Sarubbi, Bigarelli,Morelli n.e.,, Silvia n.e.,  Zoadelli n.e., All. Verderio

Libertas Cassa Rurale Cantù-Caloni Agnelli Bergamo 3- 0 (25-18; 25-16; 25-23)
Libertas Cassa Rurale Cantù: Gerosa 1, De Luca 16, Ruggeri 7, Bellini 16, Monguzzi 5, Robbiati 8, Butti (L), Zago 2, Verga n.e., Sala, Dordei, Panighini, Laneri (L2). All. Della Rosa.
Caloni Agnelli Bergamo: Sbrolla 2, Galbusera 4, Costa 11, Genna 10, Milesi 4, Alborghetti 3, Franzoni (L), Burbello 5, Cioffi 1, Artina, Carrara n.e. Arasowman. All. Zanchi.
Arbitri: Spinelli di Torino e Ponzo di Cuneo

Revivre Milano-Comer Iglesias 3-0 (25-16; 34-32; 25-21)
Revivre Milano: Rolfi 4, Moro 4, Seregni 11, Di Felice 6, Daolio 19, Boroni 10, Cerbo (L), Rossi 1, Linguari. n.e. Guastalli, Cremona, Paticchio, Moreira. All. Maranesi
Comer Iglesias: Ardu 2, Francesconi 8, Stangoni 6, Della Nave 21, Balsamo 1, Usai 6, Taliani (L), Murenu 2, Spiga 1, Rinaldi. n.e., Murru, Mosca, Salaris. All. Lai
Arbitri: Cecchinelli e Colella

Girone B
Porto Donati CMC Ravenna – Interporto Orte 3-0 (25-9, 28-26, 25-18)
Ravenna: Bartoli 16, Borgogno 9, Porcellini 10, Cricca 9, Belloni 6, Spampinato (Lib.), Bendandi 3, De Santis 0, A. Cerquetti 0, M. Cerquetti n.e, Gherardi n.e, Arnodo (Lib.) n.e, Conti n.e. All. Bonitta
Orte: Guerrieri 10, Gemmi 4, Di Muzio 11, Torre 3, Bacciaglia 4, Madonna 0, Giuliani (Lib.), Proietti 0, Bondini 0, Nullipero 0, Ruggiero n.e, Ricci n.e. All. Mosca.
Quarta vittoria consecutiva, ottava se si considera anche la coppa Italia per il Porto Donati CMC Ravenna che davanti al proprio numeroso pubblico regola velocemente la pratica Orte con tondo 3-0.

Tuscania-Foris Index Ravenna 3-2 (25-23;22-25; 16-25; 25-21; 16-11)
Tuscania: Vanini, Bellone, Sorgente, Mancini, Bagnolesi, Mantovani, Antonucci, Gribov, Ottaviani, Figliolia, Cherubini e Guglielmana, All.Bonaccorso
Foris Index Ravenna : Saiani C., Fellone, Fratucelli, Tiozzo, Bertacca, Saiani M., Tosi, Vecchi, Egidi, Bernard, Monti e Rota, All. Valli.

Cec Carpi-Lupi Santa Croce 2-3 (25-22; 25-16; 23-25; 16-25; 10-15)
CEC CARPI: Astolfi 4, Bigarelli 15, Lancellotti 14, Rau 8, De Marco 23, Lirutti 9, Trentin (libero), Raimondi 1, Possega n.e, Zaghi, Zanon, Di Primio n.e Allenatore: Molinari.
LUPI SANTA CROCE: Nuti 4, Renzetti 4, Baldaccini 14, Pagni 16, Andreotti 5, Bertoli 24, Catania (libero), Razzetto 5, Bonami (libero), Ciulli, Montagnani 1, Del Campo n.e, Lucrezia n.e.
Allenatore: Pagliai.
Arbitri: Zanon e Tomasi.
E´ finita come nella stagione 1982-83 in A2, qunando la "banda Barsotti" espugnò Carpi rimontando lo 0-2 iniziale con una prova da incorniciare. Stavolta la capolista del girone B della B1 ha vinto per 3-2 a Correggio con lo stesso Carpi e, sempre in rimonta, mantenendo il primato solitario in vetta.

Girone C

GAIA ENERGY NAPOLI-MONTEROTONDO 3-0 (25-17; 25-17; 25-22)
GAIA ENERGY NAPOLI: Flaminio 6, Coppola (L), Scialò 10, Cuomo 6, Libraro 5, D'Avanzo 6, Canzanella 16. NE: Foniciello, Falanga, Montò, Picillo. All. Romano.
PALLAVOLO MONTEROTONDO: Del Mastro 5, Martinoia 8, Spanakis A. 3, Hoxha, Rossi 7, Mandolini, Armeti (L), Czekiel J. 1, Di Manno 11, NE: Sablone, Cecchini, Mignogna, Czkiel B. All. Spanakis
Arbitri: Merli e Toni
NOTE - Durata set: 23' 24' 27'. Spettatori 400 circa.
Gaia Energy Napoli: bs 10, a 1; Monterotondo: bs 14 a 3.
Prestazione d'autore della Gaia Energy Napoli che mette sotto in tre set lo spauracchio Monterotondo e si conferma al comando della classifica del girone C della serie B1. Una gara condotta con superbia dalla squadra di Michele Romano che non ha lasciato nulla al caso. La gara di cartello ha richiamato anche un discreto pubblico al Palazzetto di Caravita: per la prima volta in questa stagione, i presenti hanno superato le 400 unità.

Libertas Genzano – Castellana Grotte 3-0 (25-23; 25-21; 25-21)
Libertas Genzano:  Roberti   22, Antonucci 8, Di Belardino 8 , Conflitti 7, Bacci 3, Marinelli M. 15, Di Caprio 1, Fattori, Pera, Marinelli (L), Mazzolena (L),  All. De Sisto
Castellana Gr.: Civita, Petrosillo, Primavera G., Bruno, Mariella, Castellano, Pellegrino, Primavera A., Spadavecchia, Paoletti, Battista (L), Braico, Barbone  All. Castiglia

Arbitri: Condorelli di Ragusa e Salerno di Caltanissetta

Giarratana-Cosenza 3-2 (25-19; 25-13; 21-25; 25-27; 15-9)
Giarratana: Troka 28, Di Pasquale 16, Ferraro (L), Lo Muto 3, Muscarà 13, Pasciuta 10, Russo, Mari 12; ne Ritacco, Micieli, Bonante, Aulino. All. Gonella.
Cosenza: Picusso, Colarusso 1, Di Fino 12, Malluzzo 6, Galabinov 25, Muccio 8, Smiriglia 5, De Marco (L), Garofalo 2, Mari, Spadafora 1; ne Perri. All. Jeroncic.
Arbitri: Giorgianni e Ferraloro di Messina.

MYMAMY REGGIO CALABRIA-PALLAVOLO MESSINA 2-3 (19-25, 25-22, 25-23, 17-25, 10-15)
MyMamy: Filoramo 8, Pisano, Catona, Foti, D'Onofrio, Centonze (L), Giglietta, Barresi 1, Piedepalumbo 1, Barillà 2, Pugliatti 22, Falcone 9, Neri, Cristallino, Riolo 17. All. Centonze.
Pallavolo Messina: Cannistrà 22, Scimone, Porcello 13, Maccarone 1, N. D'Andrea 1, D'Anzi, Boscaini 14, Messana (L), Quartarone 3, Alaimo, Saglimbene 11, Testagrossa 6. All. G. Rigano
Arbitri: Giovanni Rizzica e Alessandro Cavalieri

Domar Volley Altamura - Filanto Casarano 1-3 (17-25, 22-25, 25-17, 17-25
)

DOMAR VOLLEY ALTAMURA: Sette 24, Chierico 3, Lacalamita 8, Minenna 5, Lomurno 0, Maiullari 12, Disabato (libero), Incampo 8, Cutecchia 0. N.e. Petronella, Rago. All. Paglialunga.
CASARANO VOLLEY: Dal Molin 19, Laterza 5, Parisi 13, Battilotti 16, Trovè 5, Musardo 7, Bisanti (libero), Fersini 0, De Leo 0. N.e. Torsello. All. Licchelli.
ARBITRI: Scarfò di Reggio Calabria e Desenzi di Lamezia Terme.
Durata set: 19', 27', 23'.
I salentini regolano i padroni di casa con autorità, solo qualche incertezza ma nessuna ansia. I ragazzi di Paglialunga rendono l'onore delle armi ad un avversario più forte ma recriminano per la solita partenza lenta e per aver mollato dopo un buono sprazzo.