#Volleymercato #SuperLega – Lucio Fusaro: “Abbiamo grandi nomi, mi aspetto grande pubblico”

(Gianluca Montebelli per iVolleymagazine.it) La Milano del volley ha ora una squadra di pallavolo altamente competitiva. Il presidente della Powervolley Lucio Fusaro ed il suo staff hanno lavorato non bene, benissimo, in questa lunga estate di mercato, allestendo una squadra tutta nuova, in grado di fare il salto di qualità rispetto al passato. Andrea Giani, presentato già nel mese di marzo, è tecnico di qualità e carisma, e i giocatori, scelti in sinergia con il tecnico, hanno tutti un curriculum prestigioso. Confermato Riccardo Sbertoli, sono arrivati in successione i colpi di Taylor Averill (centrale), Nimir Abdel-Aziz (opposto), Ruben Schott (schiacciatore), Alessandro Preti (schiacciatore), le conferme di Alessandro Tondo (opposto) e Gianluca Galassi (centrale), Fabio Fanuli (libero), Alessandro Piccinelli (libero), Kleme Cebulj (schiacciatore), Nicola Daldello (palleggiatore), Kevin Klinkenberg (schiacciatore) e Matteo Piano (centrale).
La squadra è giovane ma potrebbe dar fastidio alle grandi se Giani riuscirà ad amalgamare in fretta un gruppo appena formatosi.
E’ lo stesso presidente Fusaro che a presentare la nuova stagione e le strategie che hanno portato a questa rivoluzione tecnica.
“Abbiamo iniziato a pensare alla nuova squadra praticamente da febbraio quando abbiamo chiamato Andrea Giani e lui ha accettato di venire a Milano credendo nel nostro progetto. Con prudenza, intelligenza e gradualità abbiamo iniziato a portare a Milano grandi atleti, con il botto finale rappresentato da Matteo Piano che credo che sia la ciliegina sulla torta di una fase di costruzione della squadra oculata e attenta. L’aspetto principale però è che continueremo a puntare sui giovani, sui nostri giovani e la conferma di Sbertoli, l’arrivo di Piccinelli e Preti che hanno vestito la maglia delle nostre giovanili, oltre a Gianluca Galassi, ci rende orgogliosi. Quando a suo tempo dicevamo che era meglio perdere con i giovani che vincere con i vecchi, non mi sarei mai aspettato di arrivare ultimo logicamente, ma questo ha portato ad un risultato importante come la vittoria del titolo Under 19. Questo è un grande segnale che il nostro progetto è vincente. Ricordo quando parlai con il presidente della Lube Volley che mi disse che il loro primo scudetto lo vinsero dopo parecchi anni di serie A. Ecco, noi siamo solo all’inizio del nostro percorso, il secondo anno sotto la mia gestione:  vedremo cosa riusciremo a fare nel prossimo periodo”.
“Al PalaYamamay– prosegue il numero 1 meneghino- l’anno prossimo ci saranno grandi nomi e grandi giocatori da sostenere e credo che questo sarà un enorme spettacolo che noi potremo offrire alla pallavolo in assoluto. Ora aspetto tutti al palazzetto”.