#Pallavolo SuperLega – “Tanto tuonò che piovve” Modena crolla in casa con una splendida Padova

“Tanto tuonò che piovve” dice un antico adagio un detto che si addice perfettamente a quanto è accaduto all’Azimut Modena nel giorno di Santo Stefano nelle festività più “difficili” della sua lunga e gloriosa storia. La squadra di Catia Pedrini, come si era capito dal comunicato del giorno di Natale, è scesa in campo senza Earvin e Swan Ngapeth. Lasciando fuori dal terreno di gioco non soltanto il talento del francese, ma anche gran parte della sua attenzione. Quando si è trovata davanti la “rivelazione” Padova decisa e concentrata ha capito presto che sarebbe stato difficile portare a casa la vittoria, che puntuale e meritatamente è andata agli uomini di Baldovin.
Ciò che rimane dopo il punto del 16-25 nel quarto set è l’urlo dei tifosi della Kioene alle spalle della tribuna stampa e la corsa degli atleti bianconeri verso di loro. E’ così che la Kioene ha ottenuto la vittoria per 3-1 al PalaPanini di Modena, la sesta su 48 sfide disputate qui nella sua storia. I bianconeri hanno disputato tre set (quelli vinti) praticamente perfetti, calando solo nel terzo ma evitando la rimonta dell’Azimut. Padova ha giocato concentrata, trovando in Nelli una certezza (23 punti e 51%) in attacco, ma soprattutto i migliori Randazzo e Volpato, autori rispettivamente di 21 e 12 punti con un efficienza al servizio sopra quota 60%. Il tutto condito dall’abile regia di Travica, autore di un’altra prova maiuscola in termini di distribuzione di gioco. Nonostante le magie in difesa di Rossini, Modena ha patito in attacco ma soprattutto a muro, realizzandone 5 ma subendone ben 12.
Azimut Modena – Kioene Padova 1-3 (21-25; 25-27; 25-21; 16-25)
Azimut Modena: Bruno 1, Van Garderen 13, Sabbi 15, Holt 6, Urnaut 14, Mazzone 9, Rossini (L); Pinali 1. Non entrati: Franciskovic, Argenta, Tosi (L), Marra, Penchev. Coach: Radostin Stoytchev.
Kioene Padova: Polo 8, Nelli 23, Cirovic 10, Volpato 12, Travica 2, Randazzo 21, Balaso (L). Non entrati: Peslac, Gozzo, Sperandio, Scanferla, Premovic, Koprivica. Coach: Valerio Baldovin.
Arbitri: Venturi e Braico.