#Pallavolo Qual.Tokyo2020 – L’Italia torna a convincere e travolge il Belgio. Domani con l’Olanda è decisiva

Una splendida Italia ha travolto il Belgio 3-0 (25-17, 25-16, 25-16) ottenendo la seconda vittoria nel torneo di Qualificazione Olimpica per Tokyo 2020. Di fronte ai 3650 spettatori del PalaCatania le ragazze di Mazzanti hanno offerto una grande prestazione, simile per molti aspetti a quelle ammirante nel Mondiale 2018.
Il successo ha permesso alle vice campionesse mondiali di raggiungere in classifica l’Olanda (per entrambe 2 vittorie e 6 punti) e domani, come da attese, la sfida contro la nazionale Orange assegnerà il pass per i Giochi Olimpici 2020. Il fischio d’inizio è fissato per le ore 21.15, diretta televisiva su RaiDue.
Contro il Belgio le azzurre hanno disputato un primo set di grande qualità, il collettivo tricolore sin dall’inizio ha messo alle corde le avversarie. Il copione si è ripetuto nella seconda frazione e il Belgio si è dovuto arrendere ancora più nettamente. Avanti 2-0 le ragazze di Mazzanti non hanno perso la concentrazione e il terzo set ha confermato la supremazia azzurra.
Come formazione iniziale l’unica novità è stata Folie per Danesi, il ct azzurro ha poi confermato Malinov in palleggio, opposto Egonu, schiacciatrici Bosetti e Sylla, al centro Chirichella, libero De Gennaro. L’altoatesina, tornata titolare dopo due anni, ha giocato una gara generosa ed orgogliosa risultando tra le più positive di una squadra che ha mostrato di aver ritrovato la gioia di giocare. Difficile fare una scala di valori della prestazione di una formazione che ha meritato molto di più della sufficienza in un match delicato, che alla viglia suscitava qualche timore. Note particolari meritano Cristina Chirichella e Lucia Bosetti tornate a brillare, ma soprattutto Ofelia Malinov, regista lucida e precisa.
Perfetto l’avvio delle azzurre, Egonu ha fatto male in attacco, ma a fare la differenza è stata tutta la squadra (9-4). Malinov ha variato spesso il gioco e il Belgio non è mai stato capace di replicare (15-9). Il muro tricolore ha fermato più volte le giocatrici avversarie, mentre in fase di contrattacco le azzurre hanno osato e messo in pratica quella pallavolo creativa, chiesta da Mazzanti (25-17).
Nella seconda frazione l’equilibrio è durato sino (4-4), poi le vice campionesse mondiali hanno cambiato marcia (11-8). Egonu e compagne hanno dato vita a un lunghissimo parziale, scavando un profondo solco tra loro e il Belgio (17-8). Le fasi successive, in evidenza Chirichella, hanno visto le azzurre amministrare il vantaggio e imporsi con un perentorio (25-16).
Al rientro in campo l’Italia ha allungato con decisione, mentre il Belgio per l’ennesima volta è andato in difficoltà (8-4). A differenza dei set precedenti la formazione ospite ha tentato di reagire, ma le ragazze di Mazzanti hanno spinto nuovamente sull’acceleratore e lo show azzurro si è chiuso sul (25-16), per la gioia del pubblico del PalaCatania.

ITALIA-BELGIO 3-0 (25-17 25-16 25-16)
ITALIA: Malinov 3, Sylla 7, Folie , Egonu 18, Bosetti L. 8 , Chirichella 7. De Gennaro (L). Sorokaite, Pietrini. Non entrate: Orro, Danesi, Fahr, Parrocchiale, Nwakalor (L). All. Mazzanti.
BELGIO: Van de Vyer I. 2, Herbots 8, Sobolska 4, Grobelna 10 , Van Gestel 4 , Jassens. Guilliams (L), Van Avermat 2, Strumilo, Stragier. Non entrate: Lemmens, Valkenborg, Van de Vyer J., Goliat. All. Gert Vande Broek.