Pallavolo Allarme Coronavirus – Ajaccio (Cev M) e Dinamo Kazan (Cev F) non vogliono venire in Italia: che farà la Cev?

La vicenda dell’infezione di coronavirus, nelle coppe continentali, sta prendendo una piega semplicemente incredibile. Sono ormai 3 i club che si rifiutano di venire a giocare in Italia. Dalle pretese secondo noi inconcepibili dello Jastrzebski Wegiel che a quanto scritto in un comunicato stampa, giovedì sera non scenderà in campo a Trento contro la Trentino Itas nell’andata della gara dei quarti di finale della Champions League maschile, perchè non tenendo conto di quanto stabilito dal nostro governo si rifiuta di venire in Italia giustificandosi con la “paura” di essere contagiato, si passa ai rifiuti dell’Ajaccio in Cev maschile e della Dinamo Kazan nella stessa competizione al femminile di giocare nel nostro Paese tra l’altro a porte chiuse.
Una situazione insostenibile a cui può porre rimedio solamente la Confederazione Europea, che rischia di trovarsi in situazioni analoghe nelle prossime settimane anche in altre sfide che vedono impegnate le squadre italiane in casa. Tenendo presente che dal rispetto dei regolamenti vigenti passa non soltanto il destino dei club italiani loro malgrado implicati in questa situazione, ma anche la credibilità delle manifestazioni continentali di pallavolo.