Pallavolo SuperLega – Przegląd Sportowy: Gino Sirci parla, di Heynen, Bruno, Brizard, Travica ed altro

Intervistato da Jakub Radomski per Przegląd Sportowy, Gino Sirci ha risposto con la consueta spontaneità a tanti argomenti che hanno tenuto banco nell’ultimo mese:
ANDERSON – “Della ipotetica partenza di big dalla SuperLega (Anderson, Zaytsev, Leal e Juantorena ndr), la più realistica è la partenza di Anderson. Trova più facile che lui faccia un simile passo perché ha la famiglia negli Stati Uniti, mentre Zaitsev o Juantorena hanno famiglie qui. Non sarebbe facile per loro trasferirsi improvvisamente in un paese con una cultura completamente diversa, anche nell’era del coronavirus, anche se fossero tentati con molto denaro. Tuttavia, come presidente di Perugia, spero che tutti rimarranno in Italia. Voglio vincere trofei con la mia squadra, ma voglio anche che giochiamo contro i più forti avversari possibili, contro i migliori giocatori del mondo”.
BRUNO – “Non nascondo che volevo portarlo a Perugia, ma quando ho contattato il suo agente, ho sentito che era una “missiom impossibile”. Bruno ha giocato prima a Modena, e successivamente a Civitanova negli anni 2017-2020, ed è un uomo fortemente attaccato al suo paese, che ha molti amici lì e voleva solo tornare in Brasile”.
HEYNEN – “La trattativa per il rinnovo è durata 40 secondi circa. Andiamo d’accordo perché siamo persone che pensano in modo simile e si apprezzano a vicenda. Coach Heynen è un uomo strano – lo ammetto – ma allo stesso tempo estremamente competente e rispettoso di tutti. Abbiamo parlato molto brevemente e abbiamo stretto un accordo tra signori. Tuttavia, posso rivelare che ho firmato un contratto cinque o sei giorni fa e nei prossimi giorni il nostro direttore sportivo lo invierà all’allenatore. Sfortunatamente, non ho potuto portare in trionfo Heynen, a causa dell’epidemia di coronavirus, ora dobbiamo riprovarci… Nessun problema se guiderà la nazionale polacca. Il trainer è stato onesto con noi e ad aprile ha dichiarato: “Devi sapere che sono vicino all’estensione del contratto in Polonia e probabilmente accadrà”. Nell’ultimo anno, quando ha combinato il lavoro tra Polonia e il Perugia, non è stato un problema dal mio punto di vista, e ora è molto probabile che le squadre nazionali giocheranno meno per la pandemia e arriveranno più velocemente nel club prima della nuova stagione”.
BRIZARD – “Sì, è vero, volevamo Brizard. Tuttavia, non è venuto da noi per tre motivi. Innanzitutto, quando abbiamo iniziato a parlare con il suo agente, aveva già discorsi avanzati con lo Zenit San Pietroburgo. In secondo luogo voleva lavorare con Tuomas Sammelvuo, che guida la squadra russa. E in terzo luogo, LoZenit è recentemente diventato un avversario molto serio sul mercato e ha semplicemente offerto a Brizard il doppio del denaro”.
REGISTI – “Travica e Zimmermann? I loro ingaggi non sono ancora stati annunciati. Tuttavia, posso dire che non hai le informazioni peggiori…”

Foto di Michele Benda