Pallavolo SuperLega – Blengini: ““Aver sottratto De Cecco alla maggior rivale è un vantaggio per la Lube”

Alla vigilia del raduno della Cucine Lube Civitanova, il ct azzurro Chicco Blengini è stato intervistato da Andrea Scoppa per il Resto del Carlino ed.Macerata. Logicamente i temi del dialogo sono stati la stagione anomala del volley azzurro e Civitanova (l’ultimo club allenato dal tecnico torinese prima di abbracciare definitivamente il sestetto azzurro)
LUGLIO DIVERSO – “L’effetto è insolito, ma è così già da mesi purtroppo. Dobbiamo continuare ad adattarci a una situazione che si evolve».
NIENTE NOIA – “No non mi annoio,”perché comunque partecipo a numerose iniziative per tenere la fiamma accesa. Mi piacerebbe però poter fare dei raduni con gli azzurri più giovani o con quelli reduci da infortuni come Piano, Lavia, Nelli….»
OLIMPIADI SLITTATE – “Spostarle è stato giusto, non trovo grandi problemi per gli sport di squadra, semmai per chi fa discipline basate ad esempio sul cronometro. Nel 2021 i nostri vecchietti potrebbero arrivare a Tokyo più riposati dopo questa lunga off season e inoltre recupererò chi viene da infortuni” .
IL TUFFO DI OSMANY – “Osmany ci ha abituati a grandi performances di ogni tipo, però mi sembra che ogni anno allarga sempre più le gambe e sceglie una persona più bassa da saltare”.
VANTAGGIO DE CECCO – “Aver sottratto l’alzatore De Cecco alla maggior rivale è un vantaggio, ma è vero che l’ultima gara5 o la finale di Coppa Italia dicono che, contro Perugia, la decide un pallone. Devo fare i complimenti a Giulianelli che, anche nel periodo del Covid, non ha rinunciato ad investire e fare una squadra per vincere. Il resto la fa la qualità del ds Cormio, una coppia d’assi”.
TRENTO E PIACENZA – “La squadra che più mi incuriosisce è Trento, ha fatto un mercato prepotente e voglio capire quanto servirà a Lorenzetti per amalgamare il sestetto. Poi Piacenza che ha individualità e un gran servizio”.

Foto di Michele Benda