Pallavolo Champions maschile – Fatale golden set: Civitanova eliminata

(Carlo Lisi per iVolleymagazine.it) E’ stato fatale il golden set, giocato al termine di una partita combattuta in cui la bravura e la classe di Juantorena e compagni avevano avuto la meglio sui padroni dello Zaksa. Esordio amaro sulla panchina biancorossa per Chicco Blengini, che ha visto la sua nuova squadra giocare con orgoglio e convinzione, prima di subire il ritorno polacco nel parziale di spareggio finito 16-14.
Con in bocca l’amaro sapore della sconfitta, la squadra italiana non può fare altro che recriminare sull’incolore sfida di andata. La Cucine Lube è stata eliminata da una signora formazione, plasmata al meglio da Nikola Grbic. Una formazione che sta dominando la Plusliga e che ora può cominciare a pensare alla grande sfida di semifinale con ogni probabilità lo Zenit Kazan che domani sera dovrà completare il suo lavoro contro lo Skra Belchatow, già battuto in Polonia all’andata.
E’ stato un match davvero equilibrato, basta guardare il risultato dei tre set regolari (25-22 26-24 26-24) per capirlo. Concetto rinforzato dal grande equilibrio che i numeri danno dei singoli fondamentali. Si può dire che parziale dopo parziale sono stati tutti decisi da una al massimo due palle. Per tre volte i bincorossi italiani hanno avuto la meglio. Nel più importante, nel golden set, le cose non sono andate così: il minimo vantaggio della Lube è stato recuperato negli ultimi scambi ed alla fine sono stati i padroni di casa a festeggiare. Mentre gli uomini di Chicco Blengini sono rientrati nello spogliatoio mesti ed eliminati

Grupa Azoty Kedzierzyn Kozle – Cucine Lube Civitanova 0-3 (22-25, 24-26, 24-26) – GOLDEN SET (16-14)
Grupa Azoty Kedzierzyn Kozle: Zatorski (L), Kaczmarek 15, Kochanowski 14, Rejno 5, Toniutti 2, Kluth, Sliwka 12, Semeniuk 15, Smith 4. N.E. Staszewski, Depowski, Prokopczuk, Zawalski, Banach. All. Grbic.
Cucine Lube Civitanova: Kovar 1, Marchisio, Juantorena 15, Balaso (L), Leal Hidalgo 14, Rychlicki 14, Simon 9, De Cecco 3, Anzani 9. N.E. Diamantini, Falaschi, Larizza, Hadrava, Yant Herrera. All. Blengini.
ARBITRI: Vinaliev e Collados.