Pallavolo SuperLega – “Barba e Capelli”: Nimir Abdel Aziz ha raccontato come è finito il rapporto con Trento

Ospite alla trasmissione ‘Barba e Capelli’ in onda su Trc martedì sera, Nimir Abdel Aziz, intervistato da Paolo Reggianini ha così raccontato in diretta come si è concluso il rapporto con l’Itas Trentino
Che necessità aveva Trento?
“Bella domanda perché io ho rinnovato il contratto a febbraio per tre anni (fino al 2024) allora se tu rinnovi un contratto così importante a febbraio hai un po’ di idee su cosa fare l’anno dopo…
Sennò non lo fai
“Esatto”
Una scelta per ragioni tecniche o perché il tuo contratto era molto pesante per loro?
“Potrebbero essere tutte e due le cose, per me non c’è problema perché se tu fai una scelta…”
Però potrebbe essere successo qualcosa da febbraio a marzo…
“Può essere, se tu non sei soddisfatto, se hai problemi economici o qualsiasi cosa, questo è il mondo dello sport, sappiamo come va. Però, per come sono fatto io, se mi comporto in maniera rispettosa con una persona o tutto l’anno ho un certo tipo di rapporto, se devo dire qualcosa di bello o qualcosa di brutto, prendo il telefono e lo chiamo e spiego la situazione e non faccio così”
A quel punto il miglior realizzatore della SuperLega diventa un boccone appetito da molti club. Siamo al 3-4 maggio e da lì a trovare l’accordo con Modena… è noto a tutti che c’era Perugia che ti voleva e credo anche altri club, forse anche all’estero
“Si, e anche all’estero c’era qualcosa”
E poi molte squadre a Maggio avevano già le idee precise sulla futura squadra
“Allora, erano giornate un po’ strane, perché se tu fai la valigia solo per andare in Nazionale è perché pensi di tornare nella casa di Trento. Era ancora tutto lì, i mobili, i vestiti invernali erano tutti lì. Allora se tu parti così e mentre sei in viaggio per andare in Nazionale ti arriva la notizia che non puoi rimanere per prima cosa dici “Mah, adesso che succede?” poi dopo un’ora che era uscita la notizia sono cominciate le telefonate, sono stato le successive due settimane tutto il giorno al telefono con il procuratore. C’era Modena, c’era Perugia, c’era qualcosa in Russia, c’era qualcosa anche in Asia”
Catia Pedrini ha dichiarato che Abdel Aziz ha accettato ingaggi inferiori a quelli che avrebbe potuto prendere altrove pur di venire a Modena, è così?
“Si, confermo”
E hai un contratto con Modena fino al…?
“Ho firmato per tre anni”