Pallavolo A1 femminile – Conegliano: Pietro Maschio si sbilancia: “Haak vale Egonu”

Pietro Maschio si sbilancia, intervistato da Rosario Padovano per La Tribuna di Treviso, si sbilancia (forse un po’ troppo…): “Isabelle Haak vale Paola Egonu”. Ognuno può avere le sue opinioni, ma ci lascia perplessi il fatto che chi grazie all’azzurra ha collezionato un grande bottino di vittorie, sottovaluti l’ex gioiello che nella logica del nostro sport ha deciso di cambiare maschila
NON E’ UN AZZARDO – “Non è un azzardo quello che dico – sostiene Maschio – e vi dimostro il motivo. Parliamo di livelli di tecnica altissimi. Paola Egonu, lo sappiamo tutti, è la più forte attaccante del mondo. Come attacca lei non c’è nessuno. Deve però migliorare nel fattore muro/difesa, dove Haak ha già dimostrato di essere una grande certezza. La svedese viene all’Imoco per migliorare in attacco e chiaramente perfezionare le sue tecniche difensive. Questa la sintesi del mio ragionamento. Ecco perchè si equivalgono, in questo momento storico”.
GLI ERRORI DI PAOLA – “Perchè (in azzurro ndr) viene sovraccaricata di lavoro. Con le nuove arrivate cercheremo una via del gioco nuova”.
MERCATO – “Sono davvero molto soddisfatto quest’anno perchè abbiamo centrato il 90% degli obiettivi che ci eravamo prefissi. Tra le attaccanti e le centrali credo abbiamo rinnovato in meglio la squadra. Era da qualche anno che conservavamo un determinato assetto. Abbiamo deciso di rinnovare”.
A1 E CHAMPIONS – “Per il campionato io dico che siamo in prima fila, assieme a noi ci sono Monza, Novara e Scandicci. Ma voglio tessere le lodi anche a Casalmaggiore e Vallefoglia, che si sono ben attrezzate assieme a Chieri, Busto e Bergamo. Attenzione anche alle neopromosse. In Champions dobbiamo temere le turche e le italiane. Si parla molto di un ritorno ad alti livelli dell’Eczacibasi, ma ritengo ancora il Vakifbank, specie dopo l’arrivo di Egonu, la squadra da battere”.
IL MONDIALE – “Disputeremo il Mondiale per Club, ma non ci candidiamo a ospitarlo”.